SECONDA LEZIONE POPOLARE: L’ODISSEA DELLA MIA VITA

palermo-vista-dall-alto-01

Oggi il maestro popolare Castrenze Chimento ci ha raccontato la storia della sua durissima infanzia,  di come ha cercato di imparare a scrivere da adulto, della conquista della scrittura per dare voce alla sua storia. Quella storia, grazie all’aiuto di Patrizia del Centro S. Saverio, e di un’incrollabile forza morale, è diventata un libro (Lasciato nudo e crudo, Terre di mezzo 2012) apprezzato e premiato, ma è soprattutto diventata l’occasione per incontrare  altre persone e in primo luogo i giovani. Una sofferta storia personale per intessere altre storie, per spingere le altre generazioni a credere che si possono cambiare le cose e che ciascuno può scrivere la propria vita.

E se ci si vergogna? Se non ci si vuole esporre? Se non si trova la forza e la voglia di raccontare? Allora si può parlare della propria vergogna, si può dare la propria emozione come si dà un dono o come si dà un bacio. E difatti Castrenze ci ha valuto dare quel dono e salutare uno ad uno con un bacio.

Senza titolo.001

Ci vediamo mercoledì prossimo a piazzetta Mediterraneo con i bambini e i ragazzi per una partita di football americano: venite in tuta e pronti a correre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...